Pubblica amministrazione

Procedura aperta telematica per l’appalto dei servizi integrati ausiliari, di pulizia ed igiene ambientale ed accessori presso le sedi dell'Università degli Studi di Bergamo – CIG 8729168151

Oggetto: Procedura aperta telematica per l’appalto dei servizi integrati ausiliari, di pulizia ed igiene ambientale ed accessori presso le sedi dell'Università degli Studi di Bergamo – CIG 8729168151
Tipo di fornitura:
  • Servizi
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 11.585.000,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 11.555.000,00
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 30.000,00
CIG: 8729168151
Stato: In corso
Centro di costo: Contrattualistica
Data pubblicazione: 28 aprile 2021 19:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 11 maggio 2021 12:00:00
Data scadenza: 18 maggio 2021 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Domanda di partecipazione
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione
  • Patto di integrità
  • Passoe
  • Progetto di assorbimento

Elenco chiarimenti

Chiarimento n. 1

Domanda:

Buongiorno, in riferimento al requisito di cui all'articolo 7.3 lettera d del disciplinare di gara si chiede di confermare che, in caso di partecipazione nella forma del costituendo raggruppamento, i servizi analoghi richiesti possano essere soddisfatti dalla mandataria per quanto attiene i servizi di pulizia (per un importo complessivo di almeno 2.500.000 nel triennio 2018 2019 2020) e dalla mandante per quanto attiene al sevizi di portierato/ ausiliariato (per un importo complessivo di almeno 900.00 nel triennio suddetto). Si ringrazia per il riscontro

Risposta:

Posto che nella disciplina di gara non vengono distinte prestazioni principali da quelle secondarie, condizione che rende possibile la partecipazione di RTI verticali, il fatturato richiesto deve essere riferito a contratti che esprimono lo svolgimento di due prestazioni in modo contestuale ed integrato (“servizi ausiliari e di pulizia ed igiene ambientale”). Conseguentemente la risposta al quesito deve intendersi negativa.

Chiarimento n. 2

Domanda:

Si chiede di fornire spiegazioni in riferimento alla dicitura di cui all'articolo 7.4 del Disciplinare laddove affermate che in ipotesi di raggruppamento temporaneo verticale il requisito di cui al punto 7.3 lettera d) del disciplinare deve essere posseduto dalla mandataria. ritenete pertanto che in caso di RTI verticale entrambi i servizi analoghi (pulizie e portierato)debbano essere posseduti dalla mandataria? detta interpretazione se confermata sembra confliggere con la natura dell’ATI verticale che è connotata dalla circostanza che l’impresa mandataria apporta competenze incentrate sulla prestazione prevalente, diverse da quelle delle mandanti provviste della capacità per le prestazioni secondarie. Si prega di chiarire in merito. Grazie

Risposta:

Per le ragioni di cui al quesito 1 mancano i presupposti per consentire la costituzione di raggruppamenti verticali.

Le indicazioni da voi riportate, presenti nel disciplinare, sono quelle mutuate dal bando tipo e si riferiscono a previsioni di carattere generale ed astratte che non trovano applicazione nel caso in esame perché i servizi analoghi richiesti si riconducono ad un servizio integrato e non a due distinte prestazioni (principale e secondaria).

Chiarimento n. 3

Domanda:

Buongiorno, con riferimento ai requisiti di capacità tecnica e professionale di cui al punto 7.3 d) del disciplinare di gara, si chiede di confermare che le prestazioni di portierato/ausiliariato svolte in ambito scolastico/sanitario possano ritenersi valide ai fini dell'assolvimento del requisito. Ringraziando fin d'ora per la collaborazione, porgiamo cordiali saluti.

Risposta:

Sì ma a condizione che i servizi siano espletati in modo integrato e contestuale.

Chiarimento n. 4

Domanda:

Buonasera, in merito alla richiesta di requisiti di capacità Tecnico Professionale è giusta l'interpretazione secondo la quale lo svolgimento di servizi di pulizia per un importo minimo di € 2.500.000 e prestazioni di portierato / ausiliariato per un importo di almeno € 900.000 potrà essere documentato con l’aver svolto servizi non necessariamente facenti parte di un unico contratto che ricomprenda cioè contemporaneamente sia le pulizie che l’ausiliariato, ma che potranno essere il frutto di contratti di pulizia e ausiliariato non necessariamente legati fra loro e magari anche con diversi committenti? Esemplificando: servizio di pulizia legato a contratto con committente “A” e servizio di portierato legato a contratto con committente “B”.

Risposta:

Si rimanda alle risposte indicate per i quesiti N. 1 e N. 2.

Chiarimento n. 5

Domanda:

Buongiorno con la presente siamo a richiedere qual è il CCNL applicato dalla Ditta uscente ai propri dipendenti. In attesa i riscontro, porgiamo cordiali saluti

Risposta:

Il contratto applicato a tutto il personale dell’appaltatore uscente è il CCNL “Imprese esercenti servizi di pulizia e servizi integrati/multiservizi”.

Chiarimento n. 6

Domanda:

Con la presente siamo a chiedervi la possibilità di una proroga vista la complessità della procedura in oggetto In attesa di riscontro, porgiamo cordiali saluti

Risposta:

In relazione alle disposizioni acceleratorie in materia di appalti, in particolare gli artt. 2 e 8 del DL 76/2020, convertito in Legge n. 120/2020, i termini fissati per la presentazione delle offerte, tengono conto che la documentazione di gara è stata immediatamente resa disponibile on line agli operatori, che non è previsto il sopralluogo obbligatorio e che la documentazione tecnica fornita risulta completa ed adeguata.  

Ciò premesso si ritiene che le informazioni che sono state rese disponibili siano idonee e sufficienti per assicurare all’operatore economico di essere in condizioni di conoscere tutti gli aspetti essenziali per la predisposizione dell’offerta tecnica ed economica. Considerato inoltre che, stante le misure di contenimento del contagio Covid19, il sopralluogo non è previsto, sono state messe a disposizione fotografie e descrizione degli spazi che si ritiene rendano determinati gli elementi acquisibili con una effettiva presa visione dei luoghi.

Per queste ragioni il termine di 20 giorni risulta adeguato.

Chiarimento n. 7

Domanda:

Buongiorno con la presente siamo a richiedervi il numero di dipendenti per meglio quantificare il consumo del materiale bagni. In attesa di un riscontro, porgiamo cordiali saluti

Risposta:

Alla data odierna i dipendenti tecnici-amministrativi dell’Università sono n. 266 mentre il personale docente e ricercatore è pari a n. 389. Peraltro è opportuno considerare nel computo anche il numero di studenti frequentanti le sedi universitarie, in particolare nel periodo di attività didattica.

Sulla base della valutazione dell’andamento storico dei consumi di materiale per i servizi igienici di cui all’art. 46 punto 1 del Capitolato Speciale d’Appalto, nel progetto di servizio è stata stimata l’incidenza dei costi relativi ai prodotti da fornire.

Chiarimento n. 8

Domanda:

Buongiorno con la presente siamo a richiedere se il monte ore settimanale indicato negli allegati A e B corrisponde al servizio completo comprensivo dei sabati. in attesa di riscontro, porgiamo cordiali saluti

Risposta:

Il monte ore settimanale indicato negli allegati A e B è comprensivo dei sabati. In entrambi gli allegati citati sono precisati i sabati in cui i servizi non dovranno essere prestati. 

Chiarimento n. 9

Domanda:

Buongiorno, in riferimento al requisito di capacità tecnica professionale di cui all’articolo 7.3 del disciplinare di gara si chiede si chiarire se per servizi analoghi si debbano intendere contratti integrati che si compongano quindi sia di servizi di pulizia che di servizi di portierato o se invece possano essere considerati analoghi contratti che abbiano ad oggetto solo la pulizia e contratti che abbiano ad oggetto solo il portierato. Si ringrazia per il riscontro

Risposta:

Si rimanda alle risposte indicate per i quesiti N. 1 e N. 2.

Chiarimento n. 10

Domanda:

Buongiorno si chiede di confermare che sia possibile la partecipazione dell'impresa ausiliaria come mandante o mandataria di un costituendo RTI. Grazie

Risposta:

Si conferma che è possibile la partecipazione dell'impresa ausiliaria come mandante o mandataria di un costituendo RTI (art. 89, comma 1, primo capoverso, del D. Lgs. 50/2016), fermo restando che la modalità di dimostrazione dei requisiti deve rispettare quanto previsto nella disciplina di gara in relazione alla partecipazione da parte di raggruppamenti e in caso di avvalimento.

Si richiama in ogni caso quanto precisato a proposito del requisito richiesto costituito da contratti integrati di servizi ausiliari e di pulizia, requisito che non può prescindere da contratti resi in modo contestuale ed integrato.

Resta comunque inteso che il ricorso all’ausiliaria deve riguardare unicamente il requisito di fatturato per servizi integrati. Non potrebbe risultare utile l’acquisizione di servizi appartenenti ad una delle due tipologie di attività espresse separatamente.

Chiarimento n. 11

Domanda:

Buonasera, con la presente segnaliamo che i termini sono obiettivamente ristretti, anche in considerazione dell’importanza economica e della complessità della gara, e che un periodo così ridotto ai fini della predisposizione dell’offerta finirebbe per avvantaggiare eccessivamente il gestore uscente, il quale già dispone di un quadro informativo completo. In merito a quanto indicatovi chiediamo una proroga dei termini di presentazione dell'offerta di almeno 15 giorni. In attesa di un vostro cortese riscontro si porgono distinti saluti.

Risposta:

In relazione alle disposizioni acceleratorie in materia di appalti, in particolare gli artt. 2 e 8 del DL 76/2020, convertito in Legge n. 120/2020, i termini fissati per la presentazione delle offerte, tengono conto che la documentazione di gara è stata immediatamente resa disponibile on line agli operatori, che non è previsto il sopralluogo obbligatorio e che la documentazione tecnica fornita risulta completa ed adeguata.  

Ciò premesso si ritiene che le informazioni che sono state rese disponibili siano idonee e sufficienti per assicurare all’operatore economico di essere in condizioni di conoscere tutti gli aspetti essenziali per la predisposizione dell’offerta tecnica ed economica. Considerato inoltre che, stante le misure di contenimento del contagio Covid19, il sopralluogo non è previsto, sono state messe a disposizione fotografie e descrizione degli spazi che si ritiene rendano determinati gli elementi acquisibili con una effettiva presa visione dei luoghi.

Per queste ragioni il termine di 20 giorni risulta adeguato.

Chiarimento n. 12

Domanda:

Buongiorno, in considerazione dell’importanza e della particolarità della procedura, la scrivente è a richiedere uno spostamento dei termini per la presentazione delle offerte di almeno 30 gg sulla data da voi prefissata. Questo al fine di garantire la più ampia partecipazione e consentire a tutti gli operatori economici pari condizioni per analizzare ed elaborare attentamente le proprie proposte tecnico – economiche. In attesa di un vostro riscontro, si porgono Distinti saluti.

Risposta:

In relazione alle disposizioni acceleratorie in materia di appalti, in particolare gli artt. 2 e 8 del DL 76/2020, convertito in Legge n. 120/2020, i termini fissati per la presentazione delle offerte, tengono conto che la documentazione di gara è stata immediatamente resa disponibile on line agli operatori, che non è previsto il sopralluogo obbligatorio e che la documentazione tecnica fornita risulta completa ed adeguata.  

Ciò premesso si ritiene che le informazioni che sono state rese disponibili siano idonee e sufficienti per assicurare all’operatore economico di essere in condizioni di conoscere tutti gli aspetti essenziali per la predisposizione dell’offerta tecnica ed economica. Considerato inoltre che, stante le misure di contenimento del contagio Covid19, il sopralluogo non è previsto, sono state messe a disposizione fotografie e descrizione degli spazi che si ritiene rendano determinati gli elementi acquisibili con una effettiva presa visione dei luoghi.

Per queste ragioni il termine di 20 giorni risulta adeguato.

Chiarimento n. 13

Domanda:

Il monte ore indicato rispettivamente negli allegati A-B-C è da ritenersi obbligatorio a pena di esclusione dalla presente procedura. In attesa di riscontro, porgiamo cordiali saluti

Risposta:

Il monte ore indicato negli allegati A, B e C è obbligatorio. Stante il principio che pone un divieto alla previsione di clausole di esclusione non previste dal Codice dei Contratti (art. 83, comma 8, D. Lgs. 50/2016), non è prevista la sanzione dell’esclusione.

Deve tuttavia precisarsi che il progetto di servizio tiene conto del monte ore anzidetto e che la verifica dell’offerta verrà operata avendo riguardo all’impegno orario complessivamente richiesto.

Chiarimento n. 14

Domanda:

Buongiorno con la presente siamo a richiedere se il monte ore settimanale da voi indicato per entrambi i servizi sono comprese le ore per le prestazioni richieste ai fini dell'attuazione del protocollo covid? in attesa di riscontro, porgiamo cordiali saluti

Risposta:

Le ore richieste ai fini dell’attuazione del protocollo Covid sono escluse dal monte ore settimanale riportato negli allegati A, B e C.

Il monte ore stimato per le prestazioni finalizzate ad assicurare la messa in atto di tutte le misure necessarie a garantire il rispetto dei provvedimenti governativi e/o regionali allo scopo di contrastare e contenere la diffusione del virus COVID-19, è indicato agli artt. 40 e 51 del Capitolato Speciale d’Appalto.

Chiarimento n. 15

Domanda:

Buongiorno, con la presente si richiede di specificare se il requisito di partecipazione relativo al fatturato specifico in prestazioni di portierato/ausiliariato per un importo complessivo di almeno €900.000,00, può ritenersi soddisfatto con lo svolgimento del servizio di facchinaggio all'interno di strutture alberghiere.

Risposta:

No, il servizio di facchinaggio non può considerarsi analogo rispetto alle prestazioni oggetto della procedura di gara.

Chiarimento n. 16

Domanda:

A seguito del Vostro chiarimento al quesito n.1 si chiede come esso si concili con la tabella N1 a Pagina 5 del Disciplinare che prevede Prestazioni Principali (pulizie) e secondarie (Portierato). grazie

Risposta:

La distinzione indicata ai fini dell’attribuzione del cpv avviene in applicazione di criteri automatici e non risente delle scelte di impostazione della gara da parte della Stazione Appaltante. Il codice cpv identifica unicamente l’attività e gradua le prestazioni in funzione del loro valore economico secondo criteri convenzionali. 

Chiarimento n. 17

Domanda:

Buongiorno con la presente siamo a richiedere la frequenza del laboratorio di ingegneria presente nell'immobile di via Stezzano, non essendo presente nella scheda relativa. In attesa di riscontro, porgo cordiali saluti

Risposta:

I laboratori di Ingegneria situati presso la sede di Via Stezzano 87 (Kilometro rosso) Bergamo sono riconducibili ai locali di cui alla tipologia A (Aule, laboratori e sale riunioni). La frequenza degli interventi relativa alla tipologia A è indicata nell’Allegato D/12 “Scheda frequenza”.   

Chiarimento n. 18

Domanda:

Buonasera si richiede a codesta Stazione Appaltante se possano concorrere al raggiungimento del fatturato minimo richiesto al punto 7.3.d) del Disciplinare di Gara, due contratti distinti, uno per i servizi di pulizia e uno per il servizio di portierato effettuati per il medesimo Ente/Cliente con durata e scadenza coincidenti, fermo restando la presenza di un contratto di punta complessivo di puliizia, portierato, custodia e servizi ausiliari? Distinti saluti

Risposta:

Si rimanda alle risposte indicate per i quesiti N. 1 e N. 2.

Chiarimento n. 19

Domanda:

1. la scrivente che non ha ancora chiuso il bilancio anno 2020 chiede relativamente ai requisiti richiestI al punto 7.2 CAPACITA’ ECONOMICA FINANZIARIA e alla richiesta requisiti al punto 7.3 CAPACITA’ TECNICA PROFESSIONALE , se si possa tenere conto del triennio 2017/2018/2019 2. si chiede di confermare che la percentuale massima che si possa concedere di sub appalto sia il 40% 3. ove sia possibile rinvenire informazioni come foto e le descrizioni degli spazi per acquisire elementi per una presa visone . Distinti Saluti

Risposta:

Punto 1. Per quanta riguarda il requisito di cui al punto 7.2, lett. c), il riferimento è agli ultimi tre esercizi finanziari disponibili e, pertanto, la risposta è affermativa. Per quanto riguarda, invece, il requisito di cui al punto 7.3, lett. d), il triennio di riferimento è il 2018/2019/2020.

Punto 2. Si conferma

Punto 3. Le fotografie e la descrizione degli spazi sono contenute nell’Allegato E (Allegato E – Schede tecniche (E1-E21) - Descrizione sintetica e repertorio fotografico)

Chiarimento n. 20

Domanda:

Con la presente si fa seguito ai chiarimenti pubblicati in relazione ai requisiti di capacità tecnica e professionale di cui al paragrafo 7.3 lett. d) del Disciplinare di gara per chiedere ulteriore conferma che siano considerati servizi analoghi servizi di pulizia e portierato svolti per conto di un unico ente e a fronte di un unico contratto. Distinti saluti.

Risposta:

Sono presi in considerazione i contratti relativi a prestazioni di portierato e prestazioni di pulizie rese in modo contestuale ed integrato. Valgono comunque le precisazioni relative agli importi di cui al punto 7.3 lett. d) del Disciplinare di gara.

Chiarimento n. 21

Domanda:

1. Salvo errori non troviamo riferimento al CCNL applicato al personale attualmente impiegato. è possibile avere l'informazione e maggiori dettagli sul personale stesso? (RAL, scatti anzianità, benefit Ad personam e ogni altro dato utile a determinarne il costo. 2. si chiede conferma che il requisito di cui al punto 7.3.d) Capacità tecnico professionale, possa essere dimostrato anche con contratti diversi a seconda dei servizi: es. 1 contratto per pulizie e 1 contratto di portierato purchè vengano rispettati gli importi specifici e complessivo di € 4.000.000 3. si chiede una congrua proroga ai termini per presentare offerta data anche l'impossibilità di svolgere sopralluoghi alle sedi. grazie

Risposta:

Punto 1. Per il CCNL applicato al personale attualmente impiegato si rinvia alla risposta indicata al quesito N. 5.

RAL: non rilevata

Scatti di anzianità: maturati da n.74 addetti

benefit Ad personam: n.4 addetti percepiscono un superminimo il cui importo lordo mensile è pari a € 562,85 (€138,54 + €145,51 + €139,40 + €139,40)

Punto 2. Si rimanda alle risposte indicate per i quesiti N. 1 e N. 2

Punto 3. Si rimanda alla risposta indicata per il quesito N. 6

Chiarimento n. 22

Domanda:

Buongiorno relativamente al punto 46.1 si richiede se dobbiamo fornire in comodato d'uso i dispenser ( carta igienica , sapone..) oppure è solo prevista la fornitura materiale igienico.- Cordiali saluti

Risposta:

I dispenser sono esclusi dalla fornitura in quanto già installati. 

Chiarimento n. 23

Domanda:

Buongiorno con la presente siamo a richiedere l'elenco del personale attualmente impiegato con relativo monte ore settimanale. In attesa di riscontro, porgiamo cordiali saluti

Risposta:

L’elenco del personale attualmente impiegato viene pubblicato nella documentazione di gara con riferimento al quesito posto (Elenco personale attualmente impiegato - Allegato quesito n. 23)

Chiarimento n. 24

Domanda:

Nel Disciplinare di gara, a pag. 23 di 36, Art.15.3.2 Documentazione a corredo, viene richiesto il Progetto di assorbimento “atto ad illustrare le concrete modalità di applicazione della clausola sociale con particolare riguardo al numero dei lavoratori che beneficeranno della stessa e alla relativa proposta contrattuale di inquadramento e trattamento economico”. Negli allegati A, B e C al Capitolato Speciale di Appalto vi sono dei dati aggregati distinti per servizio che permettono la corretta quantificazione e dimensionamento del servizio ma tuttavia non consentono una risposta puntuale alla Vostra richiesta. A tal fine siamo cortesemente a richiederVi di pubblicare l’attuale organico impiegato distinto per singolo addetto, con evidenziato il contratto applicato (CCNL), il tipo di servizio svolto, il livello, gli scatti d’anzianità, la % di part time, la data di assunzione e lo stato, se a tempo determinato o indeterminato.

Risposta:

Si rimanda alla risposta indicata per il quesito N. 23 (Elenco personale attualmente impiegato - Allegato quesito n. 23).

Chiarimento n. 25

Domanda:

Buongiorno, in merito al requisito di cui al paragrafo 7.1 lett. a), a pag. 11 del disciplinare si legge…” l’impresa capogruppo mandataria deve possedere detto requisito in misura maggioritaria”. Si chiede se il requisito è soddisfatto nel caso in cui le ditte che costituiscono il raggruppamento hanno la stessa fascia di classificazione, fermo restando che la somma delle fasce è pari almeno alla fascia H. Anticipatamente si ringrazia

Risposta:

Non essendo specificati nel quesito il numero delle ditte raggruppande e la fascia di appartenenza, non ci è possibile fornire un riscontro puntuale. Si ribadisce, tuttavia, che l’impresa capogruppo mandataria deve essere iscritta ad una fascia di classificazione non inferiore alla fascia “E” e deve possedere il requisito in parola in misura maggioritaria.

Chiarimento n. 26

Domanda:

Buonasera, In merito alla richiesta di requisiti di capacità Tecnico Professionale di cui al punto 7.3 d) del disciplinare di gara, si chiede conferma dell'interpretazione secondo la quale lo svolgimento di servizi di pulizia per un importo minimo di € 2.500.000 e prestazioni di portierato / ausiliariato per un importo di almeno € 900.000 potrà essere documentato con l’aver svolto servizi non facenti parte di un unico contratto che ricomprenda nel suo oggetto contemporaneamente sia le pulizie che l’ausiliariato ma, suddetti requisiti, potranno essere il frutto di due contratti, uno di pulizia e uno di portierato/ausiliariato stipulati con il medesimo committente e svolti per le medesime sedi. Esemplificando: servizio di pulizia legato a contratto con committente “A” e servizio di portierato/ausiliariato legato a contratto con medesimo committente “A”. in attesa di gentile riscontro, Cordiali saluti

Risposta:

Si rimanda alle risposte indicate per i quesiti N. 1 e N. 2.

Ad ulteriore precisazione, si ribadisce che il requisito di capacità Tecnico Professionale di cui al punto 7.3 d)  è soddisfatto laddove i due servizi di pulizia e di portierato/ausiliariato siano tra di loro strettamente interconnessi sul piano organizzativo e che sia prevista una specifica funzione di coordinamento svolta secondo i termini disciplinati dal contratto e/o dal capitolato speciale.

Chiarimento n. 27

Domanda:

Buongiorno relativamente all'offerta tecnica, punto 46 si richiede che oltre all' elenco dei prodotti si dovrà produrre anche le relative schede tecniche ., le stesse possono essere inserite come allegati al progetto senza che siano conteggiate come pagine .- Cordiali saluti.

Risposta:

Considerata la poderosità del materiale da produrre, l’elenco dei prodotti e le relative schede tecniche sono escluse dal conteggio delle N. 25 pagine riservate alla relazione tecnica.

Chiarimento n. 28

Domanda:

Buongiorno, in riferimento al requisito 7.3.d e visti i chiarimenti 1 e 2 che ben specificano che non vi sia una prestazione principale ed una secondaria, si chiede di meglio specificare come si possano individuare gli importi richiesti per servizi di pulizia e servizi di ausiliariato, e cioè, considerato che si richiede un servizio unico che comprenda sia pulizie che ausiliariato, come è possibile stabilire l'importo esatto di detti servizi considerato che trattasi di unico contratto? E considerato che non vi siano prestazioni principali e secondari, perchè richiedere un importo esatto per i singoli servizi? Si rammenta che la legislatura è per il principio del favor partecipationis, e un requisito così specifico, che richiede due fatturati per due servizi diversi, ma che non permette il raggruppamento verticale perchè questi due servizi non sono chiamati "principale" o "secondario", sembrerebbe violare tale principio. In attesa, si porgono Cordiali saluti

Risposta:

Posto che l’università ha in corso un servizio di dimensioni e complessità che richiedono lo svolgimento di attività di coordinamento significative, si è ritenuto di evitare che siano ritenute utili esperienze nelle quali le due componenti siano estremamente sperequate in termine di volumi di attività e valori, per questa ragione sono stati indicati i valori di soglia. Resta inteso che qualora l’operatore vantasse importi di fatturato di servizi integrati dai quali non sia immediatamente riscontrabile il valore delle prestazioni, lo stesso operatore potrà dimostrare il possesso del requisito in parola, nell’ambito di quanto previsto dal medesimo articolo, art. 7.3. lett. d) ultimo capoverso del Disciplinare di gara (a titolo esemplificativo, rapportando il valore del contratto rispettivamente al monte ore dedicato a ciascuna attività o al numero dei dipendenti alle stesse assegnati).

Chiarimento n. 29

Domanda:

Boungiorno in considerazione della complessità del progetto tecnico e dell'importanza della gara così come previsto dal disciplinare di gara si richiede di voler posticipare la data prevista per la consegna dell’offerta di almeno 10 giorni RingrazinadoVi inviamo distinti saluti

Risposta:

Si rimanda alla risposta indicata per il quesito N. 6. 

Chiarimento n. 30

Domanda:

In riferimento al Disciplinare di Gara, art. 16 “La Relazione dovrà essere costituita da schede in formato A4, in numero massimo di 25 (venticinque) pagine, numero comprensivo anche di eventuali allegati….”, si chiede di confermare che trattasi di mero refuso quanto riportato all’art. 46 “Materiali Prodotti” del Capitolato Speciale d’Appalto: “Nell’offerta Tecnica, il Concorrente deve indicare l’elenco dei prodotti, con relative schede tecniche…” e pertanto non debba essere allegato all’offerta tecnica alcun elenco prodotti data l’esiguità del numero di pagine a disposizione. Cordiali Saluti,

Risposta:

Si rimanda alla risposta indicata per il quesito N. 27.

Chiarimento n. 31

Domanda:

Buongiorno, sono a richiedere quanto segue: 1.se l'impostazione della pagina relativa al progetto tecnico, può essere liberamente scelta, quindi sia in orizzontale che in verticale. 2. se il testo delle tabelle che fanno parte del progetto tecnico può essere inferiore al limite 11 imposto dalla lex specialis. Grazie.

Risposta:

Punto 1. Si conferma

Punto 2. Si rinvia a quanto precisato nella disciplina di gara (art. 16 del Disciplinare di gara).

Chiarimento n. 32

Domanda:

Premesso che, come previsto dall’art. 3 del disciplinare di gara, vengono distinte la prestazione principale (servizio di pulizia) e la prestazione secondaria (servizio di portierato) si chiede di confermare che, in caso di partecipazione nella forma del costituendo raggruppamento verticale, i servizi analoghi richiesti possano essere soddisfatti dalla mandataria per quanto attiene i soli servizi di pulizia (Prestazione indicata quale principale per un importo complessivo di almeno 2.500.000 nel triennio 2018 2019 2020) e dalla mandante per quanto attiene i soli servizi di portierato/ ausiliariato (Prestazione indicata quale secondaria per un importo complessivo di almeno 900.00 nel triennio suddetto). Si ringrazia per il riscontro e cogliamo l’occasione per porgere cordiali saluti.

Risposta:

Si rimanda alle risposte indicate per i quesiti N. 1 e N. 2.

Chiarimento n. 33

Domanda:

Buongiorno, in merito al requisito di cui al paragrafo 7.1 lett. a) dove è richiesta fascia di classificazione H, si chiede se tale requisito può essere oggetto di avvalimento. Nello specifico se la concorrente dispone della fascia di classificazione G può avvalersi di altra ditta che possiede una fascia tale la cui somma soddisfa il requisito richiesto (Fascia H) ? Grazie.

Risposta:

Come previsto dall’art. 8 del Disciplinare di gara, non è consentito l’avvalimento per la dimostrazione dei requisiti generali e di idoneità professionale [ad esempio: iscrizione alla CCIAA oppure a specifici Albi].

Chiarimento n. 34

Domanda:

Spett.le Università degli Studi di Bergamo con riferimento a quanto indicato in oggetto, la scrivente società chiede alla S.V. di voler rendere chiarimento in ordine al seguente quesito. Il requisito di capacità tecnico professionale di cui al punto 7.3 del Disciplinare di gara prevede che “Il concorrente deve aver eseguito nell’ultimo triennio (2018-2019-2020) servizi analoghi a quelli oggetto della gara (servizi integrati ausiliari, di pulizia ed igiene ambientale) presso enti pubblici o privati di importo complessivo minimo pari a € 4.000.000,00. Dai contratti indicati si dovrà documentare lo svolgimento di servizi di pulizia per un importo complessivo di almeno € 2.500.000,00 e prestazioni di portierato/ausiliariato per un importo complessivo di almeno € 900.000,00”. Al riguardo, si chiede alla S.V. di voler chiarire e/o confermare se l’esecuzione di contratti aventi ad oggetto servizi di pulizia e sanificazione e servizi di ausiliariato in ambito ospedaliero, per importi non inferiori a quelli sopra indicati, siano idonei a soddisfare il requisito in questione. Rimanendo in attesa di cortese riscontro l’occasione è gradita per porgere cordiali saluti.

Risposta:

Si rimanda alla risposta indicata per il quesito N. 3.

Chiarimento n. 35

Domanda:

La sottoscritta società, interessata alla partecipazione alla gara in oggetto, premesso che: - codesta spettabile Stazione Appaltante all’art. 3 del disciplinare ha indicato i servizi di pulizia come “prestazione principale” e i “servizi di portierato” come prestazione secondaria; - l’art. 48 comma 2 del d.lgs. 50/2016 prevede che : <> al fine della possibilità di costituzione di un raggruppamento di tipo verticale, in cui <>; tanto premesso rispettosamente si invita codesta spettabile Amministrazione a rettificare il contenuto dei chiarimenti nn. 1 e 2, i quali, liddove vietano la costituzione di ATI verticale, risultano non conformi alle norme imperative di cui al c.d. Codice degli appalti. In attesa di cortese riscontro, si porgono distinti saluti.

Risposta:

Si rimanda alle risposte indicate per i quesiti N. 1, N. 2 e N. 16.

Chiarimento n. 36

Domanda:

Buongiorno, si chiede di specificare se il monte ore previsto nel capitolato faccia riferimento alle ore contrattuali ovvero alle ore effettive. Grazie.

Risposta:

Il monte ore indicato negli allegati A), B) e C) del capitolato è riferito alle ore effettive.

Chiarimento n. 37

Domanda:

Con riferimento alla “Procedura aperta telematica per l’appalto dei servizi integrati ausiliari, di pulizia ed igiene ambientale ed accessori presso le sedi dell'Università degli Studi di Bergamo – CIG 8729168151”, stante il contesto economico, sociale e ambientale, correlato alla gestione della perdurante emergenza pandemica, che rafforza l’esigenza degli Operatori Economici di avere a disposizione un congruo lasso di tempo utile all’elaborazione di un’offerta seria, dettagliata, competitiva e sostenibile, in particolare per l’esecuzione di appalti complessi e articolati quali quello de quo; siamo con la presente a richiedere una proroga del termine per la presentazione delle offerte.

Risposta:

Si rimanda alla risposta indicata per il quesito N. 6.

Si invita, altresì, a prendere visione del documento del 22 aprile 2020 predisposto da Anac titolato “Ricognizione delle disposizioni acceleratorie e di semplificazione, presenti nel codice dei contratti e nell’attuale quadro normativo, al fine di fornire indicazioni alle stazioni appaltanti per agevolare lo svolgimento delle procedure di affidamento” e della Circolare del Ministero delle Infrastrutture del 18 novembre 2020, n. 45113 recante “Decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, recante "Misure urgenti per la semplificazione e l'innovazione digitale", convertito con modificazioni dalla legge 11 settembre 2020”.

 

Chiarimento n. 38

Domanda:

Quesito 1) All’articolo 46 del Capitolato dei Servizi Accessori la SA descrive che:”[…] nell’offerta tecnica il concorrente deve indicare l’elenco dei prodotti con le relative schede tecniche.” Essendo nel disciplinare esplicitato quanto segue: ”[…] La Relazione dovrà essere costituita da schede in formato A4, in numero massimo di 25 (venticinque) pagine, numero comprensivo anche di eventuali allegati, numerate, con corpo carattere equivalente ad “Arial 11” ed un numero di righe non superiore a 40 (quaranta) per scheda. Sono ammessi inserti di tabelle, grafici, disegni, fotografie, etc., su schede in formato A4 o A3 ripiegato (ogni scheda A3 è considerata alla stregua di due schede A4) da computarsi nel numero delle pagine (massimo 25). Il numero massimo di pagine indicato è da ritenersi inderogabile, al fine di garantire la par condicio tra tutti i concorrenti e pari condizioni di valutazione. Pertanto, si precisa che ai fini dell’attribuzione del punteggio, la Commissione di aggiudicazione: - qualora la relazione tecnica rispetti il suddetto limite, valuterà la stessa nella sua interezza; - qualora la relazione tecnica dovesse superare il suddetto limite e, entro le prime 25 pagine, sia rinvenibile una trattazione completa degli aspetti progettuali fondamentali valuterà esclusivamente le prime 25 pagine.” Si richiede alla settabile SA la possibilità di allegare alla relazione le schede richieste e l’elenco prodotti, dal momento che all’interno dello schema di risposta non si evidenzia un sub-criterio di valutazione di quanto richiesto relativamente alla lista dei prodotti con le relative schede tecniche. Quesito 2) Relativamente alle prestazioni relative al COVID-19 previste per i Servizi Ausiliari all’articolo 40 del relativo Capitolato, tenendo presente che il monte ore indicato è di 120 ore settimanali, con la presente si chiede alla SA di precisare: • se tale impegno è imputare in tutti i siti con presenza di aule; • se lo stesso servizio può essere eseguito dal personale di portineria con l’ausilio di personale esterno; • al fine di una corretta configurazione del servizio, in risposta all’offerta tecnica, per stimare l’impegno di tali risorse e il numero di unità operative necessarie per il servizio, si chiede alla SA un esempio di settimana tipo riguardante gli orari delle lezioni per ciascun sito ed il numero delle aule da servire per singolo immobile. Tale dato è richiesto anche per la definizione del servizio COVID-19 per i Servizi Accessori.

Risposta:

Punto 1. Si rimanda alla risposta indicata per il quesito N. 27

Punto 2. Le prestazioni da porre in essere ai fini dell’osservanza dei protocolli Covid-19 saranno richieste in relazione all’evoluzione della situazione epidemiologica e del progressivo adattamento dell’attività istituzionale alle disposizioni emanate dalle Autorità competenti.

Il monte ore di dette prestazioni, stimato, non è ricompreso nel monte ore complessivo considerato ai fini della determinazione dell’importo a base di gara.

 

Chiarimento n. 39

Domanda:

Spettabile Ateneo, lo scrivente quale operatore economico interessato a prendere parte alla procedura di gara in oggetto, rappresenta quanto segue al fine di veder accolta la richiesta di differimento del termine di partecipazione. Codesta Stazione Appaltante ha rigettato le precedenti istanze di differimento della scadenza per la presentazione delle offerte avanzate da altri operatori economici interessati alla procedura, sul presupposto che “i termini fissati per la presentazione delle offerte, tengono conto che la documentazione di gara è stata immediatamente resa disponibile on line agli operatori, che non è previsto il sopralluogo obbligatorio e che la documentazione tecnica fornita risulta completa ed adeguata. Ciò premesso si ritiene che le informazioni che sono state rese disponibili siano idonee e sufficienti per assicurare all’operatore economico di essere in condizioni di conoscere tutti gli aspetti essenziali per la predisposizione dell’offerta tecnica ed economica” (cfr. chiarimenti nn. 6, 11 e 12). Orbene, quanto sopra trova smentita nella circostanza per la quale, in realtà, alcuni aspetti di fondamentale rilievo per la partecipazione alla gara sono stati resi noti solo mediante i chiarimenti forniti da Codesta Università, i quali hanno avuto una portata novativa, modificando e/o integrando l’originario assetto previsto dalla legge di gara. Ciò ha comportato, inevitabilmente, che – diversamente da quanto da Voi affermato – gli operatori economici non sono stati messi in condizione di conoscere tutti gli aspetti essenziali per la predisposizione dell’offerta sin dalla pubblicazione della legge di gara, bensì hanno potuto conoscere l’effettiva portata di alcuni requisiti di partecipazione, solo in seguito al riscontro che questo Ateneo ha fornito ai quesiti posti. Peraltro, giova osservare che tale situazione è tuttora in divenire in quanto il termine per presentare chiarimenti è fissato alle ore 12.00 dell’11 maggio p.v. Dunque, ben potrebbero essere fornite da Codesta Università ulteriori spiegazioni che, come le precedenti, saranno in grado di incidere sulla partecipazione. Fermo quanto sopra, è opportuno evidenziare come i chiarimenti resi sino ad oggi abbiano inciso sull’originario assetto della procedura bandita dall’Università degli Studi di Bergamo. In primo luogo, dalla tabella 1 a pag. 5 del disciplinare risulta una chiara suddivisione dei servizi oggetto dell’appalto tra prestazione principale (Servizio di Pulizia) e secondaria (Servizio di Portierato). Di seguito si riporta la citata tabella: Tabella n. 1 – Oggetto dell’appalto n. Descrizione delle prestazioni CPV P(principale) S(secondaria) Importo 1 Servizio di Pulizia 90910000 P 2 Servizio di Portierato 98341120 S Importo totale a base di gara 11.555.000,00 Ciononostante, Codesto Ateneo ha smentito che nella procedura in oggetto vi sia una gradazione tra le prestazioni richieste. Si legge, infatti, nel chiarimento n. 1 che “nella disciplina di gara non vengono distinte prestazioni principali da quelle secondarie” e nel chiarimento n. 2 che “Per le ragioni di cui al quesito 1 mancano i presupposti per consentire la costituzione di raggruppamenti verticali”. Dunque, diversamente da quanto evincibile dalla legge di gara, Codesto Ateneo, solo in sede di chiarimenti, ha negato che tra le prestazioni oggetto dell’appalto ve ne sia una principale e una secondaria. Quanto sopra ha inciso, innovandolo, sul requisito di capacità tecnica e professionale di cui all’art. 7.3 del Disciplinare, che richiedeva al concorrente di “aver eseguito nell’ultimo triennio (2018-2019-2020) servizi analoghi a quelli oggetto della gara (servizi integrati ausiliari, di pulizia ed igiene ambientale) presso enti pubblici o privati di importo complessivo minimo pari a € 4.000.000,00. Dai contratti indicati si dovrà documentare lo svolgimento di servizi di pulizia per un importo complessivo di almeno € 2.500.000,00 e prestazioni di portierato/ausiliariato per un importo complessivo di almeno € 900.000,00”. Infatti, in considerazione della distinzione tra prestazione principale e secondaria, si riteneva possibile soddisfare il suddetto requisito di capacità tecnica e professionale mediante la produzione di contratti aventi ad oggetto servizi analoghi a quelli richiesti, senza però la necessità che entrambi (pulizia e portierato) fossero ricompresi in un unico contratto contemporaneamente. Invece, con diversi chiarimenti è stata espressa l’intenzione di Codesta Stazione Appaltante, esattamente opposta a quella evincibile dalla lex specialis, di ritenere soddisfatto il requisito mediante contratti che esprimano lo svolgimento “contestuale ed integrato” sia dei servizi di pulizia che dei servizi di portierato (cfr. chiarimenti nn. 1, 2, 4, 9). Ebbene, emerge in maniera lampante come i chiarimenti resi sino ad oggi da Codesto Ateneo abbiano avuto una portata novativa, integrativa o quantomeno modificativa della disciplina di gara. Tale circostanza dimostra la necessità (finanche la doverosità) di una proroga del termine per la presentazione dell’offerta, finalizzata a consentire agli interessati di poter adeguare le proprie offerte alle sopraggiunte indicazioni di Codesta Stazione Appaltante. È necessario osservare che in mancanza di una simile proroga si realizzerebbe un effetto gravemente restrittivo della concorrenza e violativo dei principi basilari che regolano la materia della contrattualistica pubblica, in quanto, non avendo messo gli operatori economici in grado di conoscere sin dal principio le condizioni di partecipazione, rese note solo in un momento successivo mediante i chiarimenti, viene senza dubbio pregiudicata la loro partecipazione consapevole alla gara de qua, già frustrata dalle strettissime tempistiche adottate da Codesto Ente. Alla luce di tutto quanto sopra esposto e in considerazione della particolare complessità della procedura, lo scrivente avanza formale istanza affinché sia disposta una proroga della scadenza per la presentazione delle offerte, con differimento del termine di almeno 30 giorni. Restando in attesa di un celere e cortese riscontro, l’occasione è gradita per porgere Distinti Saluti

Risposta:

Purtroppo non ci troviamo concordi nella rappresentazione dei fatti fornita dall’operatore.

Riteniamo che le argomentazioni prodotte siano pretestuose ed infondate. Per contro le indicazioni fornite dalla Stazione Appaltante nella documentazione di gara (progetto di servizio, bando, disciplinare, capitolato speciale d’appalto e allegati) sono univoche e chiare.

Le risposte ai quesiti fornite a proposito del servizio in oggetto si limitano a riprodurre concetti già presenti nella suddetta documentazione mediante utilizzo di locuzioni che si riconducono ai medesimi contenuti sostanziali.

Non riteniamo pertanto di discostarci dalle comunicazioni già fornite in relazione al quesito N. 6.

Chiarimento n. 40

Domanda:

Buongiorno, si chiede in merito alla redazione dell'offerta tecnica di confermare che per "25 pagine" si intendano "25 facciate". grazie

Risposta:

Si conferma

Chiarimento n. 41

Domanda:

Con riferimento ai requisiti di capacità tecnica e professionale di cui al punto 7.3 d) del disciplinare di gara, si chiede di confermare che le prestazioni di pulizia e di ausiliariato svolte in ambito sanitario possano ritenersi valide ai fini dell'assolvimento del requisito.

Risposta:

Si rimanda alla risposta indicata per il quesito N. 3