Università degli studi di Bergamo
Pubblica amministrazione

Gara europea a procedura aperta telematica per l’affidamento in concessione a ridotto impatto ambientale del servizio di distribuzione bevande ed alimenti tramite distributori automatici ubicati presso le sedi dell'Università degli Studi di Bergamo – CIG 8086252A3D

Oggetto: Gara europea a procedura aperta telematica per l’affidamento in concessione a ridotto impatto ambientale del servizio di distribuzione bevande ed alimenti tramite distributori automatici ubicati presso le sedi dell'Università degli Studi di Bergamo – CIG 8086252A3D
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 350.000,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 350.000,00
CIG: 8086252A3D
Stato: Aggiudicata
Centro di costo: Contrattualistica
Aggiudicatario : IVS ITALIA S.p.A.
Data aggiudicazione: 10 gennaio 2020 0:00:00
Importo aggiudicazione: € 0,00
Data pubblicazione: 06 novembre 2019 15:40:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 04 dicembre 2019 12:00:00
Data scadenza: 11 dicembre 2019 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Domanda di partecipazione
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione
  • Eventuali documenti integrativi
  • PASSOE
  • Patto di integrità

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione Categoria
Bando di gara 07/11/2019 09:43 Altri Documenti
Esito seduta di gara dell'11.12.2019 12/12/2019 11:50 Altri Documenti
Determinazione di ammissione concorrenti 17/12/2019 14:31 Altri Documenti
DETERMINAZIONE DI AGGIUDICAZIONE 10/01/2020 14:18 Atti di aggiudicazione
CV Ezio Vavassori 17/12/2019 14:43 Curriculum commissari
CV Pietro Toto 17/12/2019 14:47 Curriculum commissari
CV Piero Cappelletti 17/12/2019 14:49 Curriculum commissari
Determinazione di nomina Commissione 17/12/2019 14:32 Determina di nomina della commissione di gara
Estratto verbale seduta pubblica 8.1.2020 08/01/2020 16:01 Verbali

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

Nei documenti di gara viene richiesta la bottiglia in BIO PLASTICA per l'acqua Gassata, ma attualmente sul mercato la bottiglia in BIO PLASTICA è disponibile esclusivamente per l'acqua naturale, Per evitare l'uso di PET l'acqua gassata può essere distribuita in lattina. Attendiamo u riscontro in merito.

Risposta:

Verificato presso i produttori che per la sola acqua gassata non sono disponibili bottiglie biodegradabili e compostabili e che la sostenibilità ambientale è assicurata dall’acquisto di crediti per finanziare progetti di tutela dell’ambiente per compensare le emissioni di co2, si ritiene di indicare che alla pagina 3 del Capitolato la frase:

“le bevande fredde, ad eccezione dell’acqua minerale gassata contenuta in bottiglie biodegradabili e compostabili in conformità alla norma EN13432., dovranno essere contenute in lattine riciclabili o tetrapak compostabili.”

deve leggersi

“le bevande fredde, compresa l’acqua minerale gassata, dovranno essere contenute in lattine riciclabili o tetrapak compostabili”

il prezzo del prodotto in lattina da 33 cl. è rideterminato in € 0,75 in luogo di € 0.50 per bottiglia da 50 cl.

FAQ n. 2

Domanda:

I DOCUMENTI DI GARA PREVEDONO CHE I DISTRIBUTORI VENGANO CONSEGNATI ED INSTALLATI ENTRO 2 GG DALLA DATA DI CONSEGNA DEGLI SPAZI CON ATTIVAZIONE IN PARI DATA. DALLA DATA DI AGGIUDICAZIONE DEFINITIVA, OSSIA DALLA DATA IN CUI LA STAZIONE APPALTANTE SI ASSUME GIURIDICAMENTE L'OBBLIGO VERSO IL GESTORE DI STIPULA DEL CONTRATTO, QUANTI GIORNI TRASCORRERANNO ALLA DATA DI CONSEGNA DEGLI SPAZI?

Risposta:

Al momento risulta impossibile definire quando avverrà la consegna degli spazi dato che non è preventivabile quando potrà avvenire l’aggiudicazione, si tenga tuttavia conto che dalla data di aggiudicazione devono necessariamente decorrere, prima della stipula del contratto, 35 giorni di stand still (salvo il caso di unico partecipante) e che l’amministrazione ha l’esigenza che il contratto decorra dal 28 febbraio 2020.

FAQ n. 3

Domanda:

VENGONO RICHIESTI DISTRIBUTORI REFRIGERATI IN CLASSE A o A+ CIRTANDO IL PROTOCOLLO EVA EMP, CHE PERO' E' STATO SOSTITUITO DAL 01 LUGLIO 2019 DAL PROTOCOLLO EN 50597:2018 PER CUI LA CLASSIFICAZIONE ENERGETICA COSI' COME RICHIESTA NON E' PIU' VALIDA

Risposta:

Si conferma che dall’1 luglio 2019 il protocollo Eva Energy Measurment Protocol è stato dichiarato decaduto dalla ue e che lo stesso è stato sostituito dal protocollo en 50597:2018. conseguentemente dall’1 luglio 2019, per le macchine refrigerate, deve essere fornito solo il risultato del test relativo al consumo energetico misurato ai sensi della norma en 50597:2018, eliminando dal materiale tecnico illustrativo i riferimenti alla classe o all’efficienza energetica.

FAQ n. 4

Domanda:

Domanda 4:

  1. RELAZIONE TECNICA: VIENE RICHIESTO UN DOCUMENTO DI MASSIMO 20 PAGINE. CONFERMATE CHE 20 PAGINE CORRISPONDONO A 40 FACCIATE ?
  2. INOLTRE VIENE RICHIESTO DI NON SUPERARE LE 40 RIGHE PER SCHEDA: CONFERMATE CHE PER SCHEDA INTENDETE FACCIATA? .
Risposta:

RISPOSTA A QUESITO N. 4.1: La risposta è negativa. Come precisato nel Disciplinare di gara la Relazione dovrà essere costituita da schede in formato A4, in numero massimo di 20 (venti) pagine (intese come facciate), numero comprensivo anche di eventuali allegati, numerate, con corpo carattere equivalente ad “Arial 11” ed un numero di righe non superiore a 40 (quaranta) per scheda. Sono ammessi inserti di tabelle, grafici, disegni, fotografie, etc., su schede in formato A4 o A3 ripiegato (ogni scheda A3 è considerata alla stregua di due schede A4) da computarsi nel numero delle pagine (massimo 20).  Il numero massimo di pagine indicato è da ritenersi inderogabile, al fine di garantire la par condicio tra tutti i concorrenti e pari condizioni di valutazione.

RISPOSTA A QUESITO N. 4.2: La risposta è affermativa.

FAQ n. 5

Domanda:

AL SUBCRITERIO 1 DELL'OFFERTA TECNICA E' RICHIESTO DI INDICARE IL POSSESSO DELLA SGA: UNI CEI ISO/IEC 17021: TALE NORMA CERTIFICA I REQUISITI PER GLI ENTI DI CERTIFICAZIONE, NON PER LE SOCIETA' CERTIFICATE.

Risposta:

Il punteggio suppletivo di 1,25 punti relativo al SGA: UNI CEI EN ISO/IEC 17021 Sistemi di gestione ambientale viene assegnato alle certificazioni ISO 9001 e/o 14001 qualora le stesse siano state rilasciate da un organismo di certificazione accreditato ai sensi della norma UNI CEI EN ISO/IEC 17021.

In ogni caso il punteggio per il subcriterio 1. Elementi qualificanti dell’organizzazione del gestore della tabella dei subcriteri di valutazione dell’offerta tecnica non può superare i cinque punti.

FAQ n. 6

Domanda:

Offerta Tecnica, criterio 3.1: si chiede di specificare meglio tale punto. I prodotti biologici sono diversi ed appartengono a fasce diverse di vendita e, proprio per la loro natura, non sono assimilabili a prodotti simile: quindi per es. una crostatina biologica non può essere inserita nella stessa fascia di prezzo della crostatina non biologica.

Risposta:

Alla pagina 21 del disciplinare - Punto 3) Proposte migliorative -  è prevista la possibilità di miglioramento dell’offerta. È di tutta evidenza che ogni variazioni dell’offerta stessa, sia in termini di servizio che di prodotto, ha un costo per l’azienda che sceglie di proporla, ed è questo il senso della possibilità di offrire, quale miglioria con invarianza del prezzo a listino, un prodotto certificato biologico in luogo di uno non certificato come tale.

La Commissione, nell’assegnazione del punteggio, terrà conto della natura e della quantità dei prodotti biologici offerti.

FAQ n. 7

Domanda:

Con la presente desideriamo sapere se all'interno delle sedi universitarie elencate sono o saranno posizionati erogatori/distributori di acqua da rete idrica. Se verrà fatto bando per l'eventuale fornitura. Se l'erogazione ha/avrà un costo per l'utente finale. Se l'acqua è/sarà naturale/frizzante/ambiente/refrigerata. grazie,

Risposta:

Presso le sedi universitarie, in relazione ad un accordo con Uniacque S.p.A., verranno posizionati a cura e spese della Società distributori di acqua di rete, a temperatura ambiente e refrigerata, non gasata. Il prelievo avverrà con borracce personali, senza alcun costo per l’utente.

FAQ n. 8

Domanda:

Con la presente si richiedono delucidazioni in merito al punteggio assegnato ed al criterio adottato per quanto riguarda il punto 5 - Proposte migliorative del servizio - km di distanza dal deposito a ciascuna sede. Si ritiene che tale richiesta non permetta (o limiti) una libera concorrenza in fase d'offerta in quanto discerne totalmente dalla capacità o meno di un'azienda di offrire il medesimo servizio, a volte anche con maggiore efficienza/regolarità/qualità senza un deposito merci entro i 15 km. Chiediamo quindi che tale parametro non venga applicato e/o richiesto nelle proposte migliorative in quanto non permette la libera concorrenza tra tutte le ditte partecipanti.

Risposta:

La proposta migliorativa riguardante la disponibilità di un deposito sito a non più di 15 Km da ciascuna sede universitaria, senza nessuna valenza di esclusione, è legata alle difficoltà operative verificate in questi anni. Il traffico presente su strade e autostrade di Bergamo e Provincia e le condizioni meteorologiche hanno nel passato influito sulla tempestività degli interventi di rifornimento nei periodi di maggior utilizzo del servizio. Come è evidente dai criteri enunciati non è richiesta ai partecipanti la presenza di una sede nel perimetro indicato, ma la disponibilità di un deposito/magazzino sufficiente a garantire la tempestività dei rifornimenti.